Il tempo è trascorso veloce e dopo soli tre anni dal lancio di Modus abbiamo pensato bene di fare qualche piccolo ritocco per togliere una ruga qua e là, ridurre il grasso accumulato e rimetterci un po’ in forma. In effetti non si è trattato solamente di un intervento estetico ma sono state anche introdotte novità per consentire una migliore fruibilità del sito ed ampliare la possibile platea di lettori già inopinatamente sviluppatasi al di fuori dei confini nazionali tra i nostri connazionali che vivono, per scelta o necessità, in Paesi più o meno lontani da noi: abbiamo infatti aperto una pagina in lingua inglese nella quale, con il tempo, renderemo disponibile il meglio della nostra produzione, auspicando, nel contempo, che blogger di lingua madre inglese, vogliano collaborare con noi (nel qual caso faremo il processo inverso, e cioè tradurremo in italiano ciò che sarà stato originariamente pubblicato in inglese).

Eravamo partiti con l’intento di proporre un luogo virtuale ove consentire il confronto di idee con modalità auspicabilmente più educate di ciò che normalmente si legge nei commenti di chi frequenta questo tipo di arene, ma abbiamo dovuto prendere atto del fatto che la propensione al dialogo con queste modalità sta diminuendo ovunque e, quindi sarebbe stato oltremodo ambizioso pensare di riuscire noi laddove altri molto più grandi e famosi di noi stanno mostrando la corda: il commento on-line interessa sempre meno, ma chi vorrà, potrà continuare a farlo sui nostri blog, sapendo che sarà ben accolto e, soprattutto, ascoltato.

Abbiamo spesso scritto di questioni politiche sull’onda della quotidianità la quale, come la fantasia, tende a sorprendere e rendere obsoleta la realtà, ma ci siamo dedicati con passione anche ad altro, andando ad alimentare pagine tematiche nate per fare da contorno al pasto principale (la politica), per poi diventare il nostro fiore all’occhiello con centinaia, talvolta migliaia di lettori che si sono sentiti coinvolti oltre le nostre aspettative su tematiche specifiche.
Siamo così giunti al punto di non ritorno, oltre il quale era necessario predisporsi, e non solo psicologicamente, per andare verso una dimensione più importante, con nessun traguardo da raggiungere, ma con la consapevolezza che ciò che abbiamo fatto è andare oltre le nostre più rosee aspettative; il restyling di Modus è stato un passo doveroso, il primo speriamo di una lunga serie.

Grazie per la pazienza di aver atteso il nostro ritorno.

6 lettori hanno messo "mi piace"
Print Friendly, PDF & Email
Share:

Leave a reply

WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux